Spazio alla crescita? Solo il 10% dei cittadini del Regno Unito ha acquistato Bitcoin

Januar 9, 2021

Solo il 10% dei cittadini britannici ha acquistato BTC, ma il bene è molto popolare a Londra, perché un residente su quattro l’ha acquistato, dice il sondaggio.

Nonostante il prezzo e la popolarità siano cresciuti negli ultimi mesi, Bitcoin è ancora lontano dal ricevere l’attenzione delle masse. Un recente studio compilato nel Regno Unito ha concluso che solo il 10% dei partecipanti ha acquistato BTC, con i londinesi che sono più simili all’esposizione al bitcoin.

Il 10% dei cittadini britannici ha acquistato BTC

In seguito agli ultimi sviluppi dei mercati delle criptovalute, quando i prezzi hanno ricominciato a crescere, Opinium e AltFi hanno condotto un’indagine per raccogliere il punto di vista delle persone sui beni digitali.

Entrambe le organizzazioni hanno chiesto a 2.000 adulti britannici come la pandemia di COVID-19 abbia avuto un impatto sulla loro situazione finanziaria, e la maggioranza ha affermato di essersi rivolta agli investimenti digitali astenendosi dagli asset fisici.

Quando lo studio si è limitato al bitcoin e ad altre crittocurrenze, i risultati hanno mostrato un significativo margine di crescita. Solo il 10% (o 200 persone) degli intervistati ha dichiarato di aver acquistato beni digitali.

Nonostante sia ancora una percentuale relativamente piccola, i risultati del 2020 potrebbero essere considerati come un miglioramento annuale. Uno studio simile della fine del 2019 ha mostrato che il 5,3% dei partecipanti ha acquistato valute crittografiche.

La ricerca di AltFi ha anche indicato che piattaforme come Revolut e Freetrade hanno attratto una parte considerevole dei nuovi investitori. Altre sedi preferite sono state Google Pay e Apple Pay – il 28% degli acquirenti di criptovalute ha utilizzato una delle due.

Londinesi come Bitcoin

Non sorprende che i cittadini di una delle più importanti città finanziarie del mondo – la capitale britannica Londra – siano sembrati più aperti verso il bitcoin. Quasi il 25% di tutti i partecipanti che si trovano a Londra ha dichiarato di aver già acquistato BTC o un’altra moneta criptata.

D’altra parte, la città meno „amica dei bitcoin“ del Regno Unito si è rivelata essere Plymouth, con un solo residente che ha acquistato beni virtuali.

La ricerca ha anche confermato la storia che le giovani generazioni hanno maggiori probabilità di stanziare fondi in BTC. Quasi il 20% dei giovani tra i 18 e i 34 anni lo ha già fatto, mentre la percentuale è scesa a 1 solo con partecipanti di 55 anni o più.

In precedenza, JPMorgan ha pubblicato un rapporto con lo stesso risultato. Esso informava che la pandemia COVID-19 aveva messo in evidenza differenze significative tra le generazioni più giovani e quelle più anziane nei loro approcci di investimento. Tuttavia, la conclusione è stata che gli investitori anziani preferiscono ancora l’oro, mentre i giovani hanno una maggiore tolleranza al rischio e tendono a scegliere il bitcoin.